IOT per le amministrazioni comunali

Gli strumenti IOT sono molto utili e si adattano perfettamente alle esigenze delle Amministrazioni Comunali che desiderano offrire una migliore qualità di vita e gestione delle risorse ai propri cittadini: maggiore efficienza nello smaltimento dei rifiuti, risparmio energetico,  contenimento costi. Tra i primi casi in Italia quello del comune Vicentino di Piovene Rocchette, dove è già attivo un sistema intelligente di monitoraggio della temperatura dell’aria.
Vediamo più nel dettaglio come si sviluppano queste tecnologie dell’Internet of Things.

Smart City: non solo grandi metropoli

Sempre più città, negli ultimi anni, si avvicinano al concetto di Smart City, termine dato dall’utilizzo degli strumenti avanzati che permettono di perfezionare l’efficienza delle infrastrutture e migliorare la qualità di vita di tutti i cittadini.

Gli obbiettivi di queste Smart City sono la salvaguardia dell’ambiente e il risparmio.

Non solo nelle grandi città metropolitane, ma anche nei piccoli Comuni,  il risparmio energetico è il principale argomento di discussione. In questo contesto si adottano strategie, talvolta senza risultati, per cercare di limitare i consumi.

Questo problema può essere risolto con l’utilizzo di strumenti legati all’Internet of Things, che sono in grado di monitorare i diversi parametri in gioco, portando alla risoluzione di problemi.

Con l’utilizzo di questi strumenti, infatti, si possono eliminare difficoltà che un’amministrazione comunale affronta continuamente. L’eccessivo consumo di energia elettrica per illuminazione, gli ingenti costi legati alla gestione dei rifiuti, il riscaldamento e il raffreddamento degli ambienti, possono essere facilmente monitorati  tramite appositi sensori.

Le caratteristiche di basso costo, lunga durata e alta efficienza dei dispositivi IOT ne rendono particolarmente conveniente l’adozione da parte delle grandi città, ma anche dai piccoli comuni.

IOT per l’efficienza energetica: il caso di Piovene Rocchette

È l’esempio del Comune di Piovene Rocchette, nel Vicentino, che ha sviluppato un progetto, creato dall’azienda Kerlink insieme a Telemar, per poter monitorare la temperatura dell’aria e gestire il grado di riscaldamento e raffreddamento  in diversi edifici del Comune al fine di risparmiare energia e contenere i costi.

Si tratta di un progetto di monitoraggio della temperatura dell’aria e controllo del riscaldamento e raffreddamento delle stanze, tramite l’installazione di dispositivi gestibili da remoto tramite uno smartphone.

Il risultato è un maggior controllo della temperatura degli ambienti, il risparmio energetico e il contenimento dei costi.

Questo caso risalta l’efficacia di utilizzo di questi dispositivi per il miglioramento di qualità di vita e quanto questi siano utili per il risparmio energetico ed economico a carico delle piccole e grandi realtà.

Condividi su:
Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn